Medea-1400x375

MEDEA, UNA TRAGEDIA CONTINUA

Filippo Amoroso, Caterina Barone, Walter Pagliaro, Michele Ciacciofera

Programma

Rispetto all'originale greco la Medea di Seneca che Walter Pagliaro porta sulla scena del Teatro Olimpico ha perso tutti i connotati di sapienza e tutte le notazioni politico sociali e religiose, fondamento dell'edizione euripidea del 431a.C. in Atene. Ne parlano il drammaturgo, il regista e l’artista che ha curato l’ambientazione scenica, per sottolineare come in questa versione passino in secondo piano la passione e la vendetta amorosa che la tradizione ottocentesca ha esaltato nel virtuosismo delle attrici e delle cantanti. Emergono, invece, le problematiche giuridiche filosofiche ed educative centrali nella originale riflessione di Seneca, frutto degli echi della tragedia repubblicana.